Stregoni a Ferrara allo SwitchOn Festival

Posted by on Feb 11, 2019 in Uncategorized |

Mai come in questo momento sembra necessario trovare occasione di riflettere sul fenomeno delle migrazioni e dell’accoglienza. La tematica si fa sempre più scottante in tuta Europa e in particolar modo in Italia, dove le attuali politiche stanno suscitando numerose polemiche. Above the Tree e Johnny Mox si occupano ormai da molti mesi di emigranti in un modo del tutto innovativo, ovvero entrando dentro i centri di accoglienza per raccogliere storie, elaborandole sotto forma di laboratori musicali.

La loro esperienza accumulata fin qui, che ha saputo meglio di molte altre iniziative avvicinare i ragazzi che provengono da ogni parte del mondo e che si trovano alla deriva all’interno delle città italiane ed europee, è sfociata infine nello SwitchOn Festival di Ferrara. Lo SwitchOn Festival ha avuto come sottotitolo “Alla luce dei diritti”, espressione estremamente eloquente che dimostra come l’iniziativa sia stata animata dalla volontà di accendere i riflettori sui diritti umani, che sono uguali per ogni creatura vivente. Il festival si è svolto come una tre giorni che ha avuto luogo tra il 21 e il 23 Dicembre 2018 a Ferrara, all’interno del Grattacielo e più nello specifico nella Sala Polivalente Punto 189. La manifestazione, che è stata resa possibile dalla collaborazione del Comune di Ferrara e dall’impegno della cooperativa sociale Cidas, di Arci Ferrara e di Officina Meca, si è esplicata in un’alternanza di diversi momenti. Da una parte ci sono stati i convegni e gli interventi di persone che, grazie alla loro esperienza, sono in grado di offrire delucidazioni sul modo migliore nel quale sviluppare una pacifica convivenza tra culture ed etnie diverse. Dall’altra ci sono stati i momenti di intrattenimento, a loro volta però aventi l’obiettivo di far riflettere sull’importanza di accogliere nelle nostre città tutti coloro che fuggono da realtà diverse e che chiedono rifugio e asilo. Durante la prima giornata di venerdì 21 Dicembre, dopo i saluti istituzionali, c’è stato un momento di riflessione sullo SPRAR, all’interno del quale il festival SwitchOn si è svolto. L’acronimo SPRAR sta per Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, ed indica dunque il progetto nazionale all’interno del quale si racchiudono tutti gli interventi che vengono fatti a favore dei migranti.

Nella breve relazione che è stata presentata nell’ambito dello SwitchOn Festival si è cercato di fare chiarezza nei confronti del comune cittadino rispetto a quelli che sono i diritti e i doveri di chi, pur non essendo italiano, giunge nel nostro Paese. Subito dopo si è svolto l’aperitivo e il momento di musica live animato da Giorgio Canali. A chiudere la serata ci ha pensato di dj set di Mr. Island. Nella giornata di sabato 22 Dicembre l’attenzione si è spostata sui più piccoli, per spiegare quali sono i progetti che vengono portati avanti per permettere anche ai minorenni di adattarsi ad una realtà tanto diversa da quella a cui sono abituati nei Paesi di origine. In serata si è esibito in concerto Lodo Guenzi di “Lo Stato Sociale”. Infine la giornata di domenica 23 Dicembre si è focalizzata sulla presentazione di una serie di esempi virtuosi di accoglienza, per dimostrare come lo “straniero” non sia un pericolo ma un’occasione di arricchimento e crescita. A chiudere questo intervento è stata la musica degli Stregoni di Johny Mox e Above the Tree. Con la messa in scena della loro ennesima jam session hanno dimostrato meglio di ogni parola che anche musiche diverse, se suonate insieme, possono comporre una splendida armonia.

Share This

Share this with your friends!