Above the Tree al Circolo Mengaroni di Pesaro

Posted by on Ott 23, 2018 in Uncategorized |

Above the Tree (alias Marco Bernacchia) è un artista poliedrico e sui generis che cerca sempre luoghi particolari dove poter esercitare la sua arte, che è per pochi e non per tutti. Dopo il tour di inizio autunno fuori dai confini italiani, venerdì 5 Ottobre è tornato ad esibirsi in terra italica, in un luogo davvero unico nel suo genere. Si tratta del Circolo Mengaroni di Pesaro, punto di ritrovo storico per la città marchigiana che sfugge ad una definizione precisa. Infatti anche se c’è un bar al suo interno, non si può definire una birreria. Anche se ospita spesso cantanti ed artisti, non si può definire una sala concerti. Per capire bene lo spirito del Circolo bisogna partire dalla storia del personaggio che gli dà il nome. Ferruccio Mengaroni era un ceramista. Visse sul finire del XIX secolo e con la sua opera cercò di reinterpretare gli stilemi del rinascimento cinquecentesco. Inizialmente lavorò presso la Fabbrica Molaroni e poi ne aprì una tutta sua. Il merito fu soprattutto di un mecenate che lo finanziò, Aristodemo Mancini. Mengaroni e Mancini produssero per anni articoli destinati al commercio in Italia e anche all’estero. La loro fabbrica però produceva anche oggetti d’arte destinati alle esposizioni. Fu l’amore per l’arte che determinò la tragica fine del ceramista pesarese: mentre presenziava alla Biennale di Monza morì schiacciato da una sua stessa opera che gli cadde addosso. Questo dunque colui che dà il suo nome al Circolo che però, a dire il vero, è più noto con il semplice abbreviativo di “Menga”. Il Circolo Mengaroni esiste ormai da 50 anni e si può definire uno dei locali di ritrovo che vanta la vita più lunga in città. La sede attualmente è in via Bertozzini, dove si trova però solo da pochi anni, dal 2007, a seguito di trasloco. Di recente poi è stato aperto un punto di ristorazione, un bar presso il quale vengono servite anche ottime birre artigianali e che contribuisce ad aumentare il richiamo che il Circolo esercita sulla cittadinanza pesarese. La gente che frequenta il Circolo Mengaroni è per lo più di età compresa tra i 18 e i 40 anni, che è poi lo stesso pubblico di riferimento di Above the Tree (per quanto la buona musica, si sa, non abbia età). A fungere da richiamo non è solo il bar, ma soprattutto il gran numero di eventi che vengono organizzati continuamente. Il locale infatti ospita costantemente diverse attività artistiche, da mostre a concerti, da eventi sportivi a convegni. Il desiderio dei gestori è di offrire a chi vuole esprimersi un luogo in cui farlo senza alcun tipo di censura o di limite, e dall’altro lato c’è anche il desiderio di offrire al pubblico una forma di intrattenimento “diversa”, che si muova al di fuori dei circuiti più canonici. Il Circolo Mengaroni si configura così più che altro come un punto di ritrovo, come il luogo in cui le persone si possono incontrare per passare del tempo insieme e per organizzare attività collettive. Non a caso nel Circolo è nata anche una squadra di calcio, poiché anche lo sport ha un forte potere aggregante. Quindi si tratta di un locale sui generis, in cui Above the Tree ha trovato il suo habitat ideale. Il musicista è marchigiano, quindi è stato un po’ accolto a casa sua. D’altro canto uno degli scopi del “Menga” è quello di valorizzare gli artisti locali. Il suo concerto si è svolto venerdì 5 ottobre a partire dalle ore 22:00 fino all’1:00 di notte. Il concerto è stato preceduto e seguito dal DJ Set Live, e accompagnato dal servizio bar presso il quale si sono potute gustare birre nazionali e internazionali, vino, distillati e cocktail.

Share This

Share this with your friends!