Above the Tree al Chupito

Posted by on Nov 23, 2018 in Uncategorized |

Marco Bernacchia, alias Above the Tree, non perde occasione per far conoscere le sue sonorità uniche al grande (piccolo) pubblico. Essendo un artista che si muove decisamente al di fuori dei circuiti musicali mainstream, per le sue esibizioni sceglie sempre delle location accuratamente selezionate. Nel mese di novembre Above the Tree, che tiene sempre informati i suoi fan attraverso la pagina Facebook che gestisce personalmente, ha suonato a Perugia. Per una volta quindi non ha deciso di valicare i confini nazionali, ma è riuscito a trovare un luogo che potesse valorizzare adeguatamente la sua musica in terra nostrana. Il locale prescelto è stato il Chupito, che si trova appena fuori dal bellissimo centro storico di Perugia e che dal 2006 si è fatto conoscere in zona per la peculiarità della sua offerta. Il Chupito è un bar-ristorante che cerca di stupire i suoi avventori non solo con una selezione culinaria sempre nuova e all’avanguardia, ma anche con la migliore musica live che si possa trovare sul panorama indipendente. Gli artisti che, nel corso degli anni, hanno animato le serate del Chupito sono volti nuovi ed emergenti che propongono un modo di fare musica innovativo, capace di risvegliare le coscienze. Basta scorrere a ritroso i nomi degli artisti che hanno suonato durante questo autunno 2018 al Chupito per capire come la scelta di chi far esibire venga sempre eseguita con molta cura e seguendo criteri molto specifici. La stagione live 2018/2019 ha avuto ufficialmente inizio l’11 Ottobre con il concerto del duo franco-tedesco Peine Perdue. Questi giovani artisti del panorama underground hanno portato la loro esperienza musicale che è fatta di un uso massiccio di strumentazione elettronica. L’esibizione al Chupito per loro è stato l’avvio del tour “Tokyo en Morceaux” che è poi proseguito per lidi più lontani, con date fissate a Roma, Amburgo, Tolosa, Berlino. L’evento di punta in apertura di stagione del Chupito è stata l’esibizione del trio torinese Dead Cat in a Bag, che si è esibito in un concerto live sabato 13 Ottobre. I Dead Cat in a Bag sono formati da Luca “Swanz” Andriolo, voce e chitarra, il polistrumentista Scardanelli e Andrea Bertola al violino. Si tratta di un gruppo che si è formato nel 2011 e che in questi pochi anni ha fatto molto parlare di sé con i suoi primi due album, “Lost Bags” (2011) e “Late for a song” (2014). La loro esibizione al Chupito è coincisa con la presentazione del loro ultimo lavoro, che è stato pubblicato nel maggio 2018, “Sad Dolls and Furious Flowers”, editato da Gustaff Records. Ma nel corso degli anni sono molti altri i nomi che si sono avvicendati al Chupito, a dimostrazione che lo staff dirigenziale ha sempre cercato di captare gli orientamenti del panorama musicale underground italiano, e non solo. Il Chupito, inoltre, non è solo musica ma anche cinema. “MangiaFilms” è il titolo di una serie di proiezioni che si possono accompagnare alla cena: anche in questo caso la scelta dei titoli da proiettare viene sempre fatta all’interno delle produzioni di nicchia, quelle che non arriveranno mai nelle sale cinematografiche dei circuiti principali. Il 9 Novembre, dunque, questo è il contesto in cui si è esibito Above the Tree, che non ha deluso l’esigente pubblico del locale. Le sue sonorità psichedeliche, che però ricordano sempre il folk e il blues, sono riuscite a scaldare una serata altrimenti fredda, venendo celebrate anche sulla pagina Facebook del Chupito dove si legge questo commento: “uno dei migliori live passati ultimamente, super bomba”.

Share This

Share this with your friends!