Above the tree a Resferic

Posted by on Mar 26, 2018 in Uncategorized |

Come è ormai noto Above the tree, alias Marco Bernacchia, è un artista non stanziale, che pur esibendosi spesso e volentieri nella sua patria, l’Italia, altrettanto spesso ama uscire dai confini nazionali per confrontarti con altre realtà musicali. Quest’anno il musicista di Senigallia compare nel cartellone di una manifestazione musicale molto importante, che ogni anno non manca di richiamare moltissimi spettatori da ogni parte d’Europa. Si tratta di Resferic, che per l’edizione 2018 si svolgerà il 12 maggio a partire dalle ore 13:00 a Valencia, presso il centro della gioventù “Al Matadero”.

Resferic è nato da un’idea di tre diverse associazioni: Asociación RES, il Festival Periférico e Sembra en Saó, che hanno avuto l’appoggio del centro della gioventù dove l’evento ha luogo. Resferic è una giornata di musica dal vivo animata da artisti che condividono la stessa visione e la stessa filosofia degli organizzatori: intendere la musica come strumento di comunicazione e di scambio di idee, e non soltanto in senso commerciale e di ampia diffusione. Per questo ogni anno i musicisti che vengono selezionati per partecipare fanno parte di un circuito che esula da quello della grande distribuzione, del main stream e delle case di produzione più famose, ma va a pescare in quel magma vitale di giovani sempre alla ricerca di nuove strade per rendere noto il proprio pensiero.

È anche per questo motivo che il grande concerto di Resferic non riceve alcuna sovvenzione, pubblica né privata, ma si autofinanzia e finanzia gli artisti che decidono di accettare l’invito a partecipare, consentendo loro di esprimersi in assoluta liberà, senza vincoli ideologici né tantomeno economici dettati da eventuali sponsorizzazioni. Tutta l’organizzazione viene quindi affidata a dei volontari, che si danno da fare sia prima che la manifestazione cominci, al fine di organizzare tutto in modo che i concerti possano svolgersi senza intoppi, sia durante il corso dell’evento. Tutto si svolge all’aperto, in mezzo ad un grande frutteto, e questo rende ancora più godibili le esibizioni che si avvicendano sul palco di Resferic. Quest’anno, insieme ad Above the tree, ad accendere l’atmosfera con note e sonorità inusitate ci saranno altre sei band e cantanti. Il gruppo “Cavallo” si è formato nel 2015 ed è composto da quattro elementi; la loro musica è pura contaminazione che attinge alla contemporaneità ma anche da fonti assai più lontane, come la musica etiopica e il blues. “Max Gerald” è un quartetto che arriverà a Valencia direttamente da Edimburgo che ha deciso di esibirsi a Resferic per far conoscere la sua arte, fatta di un alternarsi di ritmi contemplativi e altri più concitati.

Ci sarà poi Wendy McNeill, originale cantante canadese il cui stile è stato definito “folk noir” o “prairie gothic”. Grazie alla fisarmonica, alla chitarra, e alla sua incantevole voce, riesce a creare suggestioni davvero inedite. “Llobarros” sono un trio nella cui musica si mescola la grande tradizione del rock insieme a quella folkloristica, in un mix che può stupire ma di certo non può mancare di coinvolgere. La band “Our next movement” si esibisce in casa: sono infatti quattro giovani musicisti di Valencia che producono pezzi di rock strumentale. Infine sul palco di Resferic sarà la volta di “Jack Dupon”, quartetto formatosi nel 2004 che sfugge da qualsiasi definizione o inquadramento. E ovviamente non mancherà il “nostro “ Above the tree, unico artista italiano, che indosserà le sue immancabili maschere di cartone.

Share This

Share this with your friends!